Il progetto

Lo sport è un ambiente sociale in cui si sviluppano relazioni: che intrecciandosi nel tempo portano all’emergere, al declinare o al dissolversi di istituzioni, configurazioni sociali, strutture.

Per questo lo sport ha precise funzioni sociali: esso assolve alla funzione di mantenimento dei valori latenti (Latency) essendo una relazione sociale competitiva ed organizzata i cui valori (gioia nello sforzo atletico, eguali opportunità fra gli atleti senza discriminazioni ascritte o acquisite, fair play, pace) sono realizzati in dipendenza dall’ambiente sociale.

Svolge una Funzione integrativa (Integration), posto che sport ed attività fisica integrano le persone in gruppi ed associazioni sportive facendole diventare membri di una comunità simbolica che ha confini sempre più ampi.

Norme e regole dello sport vengono trasmesse nella relazione anche con altri significati mediati che ne consentono e facilitano l’interiorizzazione consentendo la diffusione della cultura del loro rispetto.

Svolge poi una innegabile funzione nel e di perseguimento degli scopi (Goal attainment)

Lo sport ha come primo scopo quello di far rendere agli atleti l’eccellenza nella propria prestazione agonistica.

Per renderlo possibile è necessaria una costante attenzione alla realizzazione ed al mantenimento degli impianti sportivi nonché l’organizzazione di eventi.

Questo richiede politiche pubbliche coerenti, capaci di organizzare e programmare, atte a promuovere lo sport.

La funzione delle microimprese sportive sociali è anche quella di aiutare i decisori pubblici a sviluppare politiche coerenti con le finalità indicate negli obiettivi di programma.

Funzione adattiva (Adaptation)

Lo sport e l’attività fisica cercano il miglior adattamento all’ambiente sociale in cui si svolgono.
Tale principio consente l’ottimizzazione dei mezzi disponibili, quali le risorse materiali e le risorse simbolico culturali (favorire l’educazione dei giovani e degli adulti , miglioramento della salute della popolazione, politiche di corretta alimentazione ecc.).

Latency

L’analisi della realtà sociale in cui operiamo:
- le periferie
- le istituzioni presenti nell’ambiente antropologico (scuola, chiesa, associazioni, partiti, ATC,)
- i fenomeni ed i flussi migratori, interni ed esterni
- la multiculturalità: etnie diversi, religioni differenti
- le strutture utilizzate, utilizzabili, recuperabili, inutili.
- la de – industrializzazione- gli spazi urbanisticamente vuoti e/o abbandonati da riempire di contenuti.

Integration

Le possibilità concrete di integrazione: la funzione di una microimpresa sociale.
La costruzione della comunità simbolica di base
Le esigenze del territorio lo sport come attività:
agonistica
per tutti
motoria
ludica
la microimpresa sociale come crogiolo delle esigenze e artefice della prima comunità simbolica di base
la costruzione di rapporti con le comunità di riferimento di ogni singola comunità di base – dalla nascita del gruppo all’affiliazione alle federazioni od agli EPS
l’allargamento dei confini della comunità
l’apprendimento delle norme delle comunità di riferimento e la loro interiorizzazione da parte dei singoli membri.
Diffusione tra i membri di una cultura di rispetto per e delle norme

Goal attainment

L’attività di mantenimento dell’esistente e di recupero del dismesso, abbandonato o scarsamente utilizzato.
La microimpresa sociale come strumento prezioso di realizzazione e controllo del rispetto delle politiche sociali

Obiettivo

“Adattarsi” all’ambiente attraverso il rapporto con le istituzioni presenti per:
favorire l’educazione dei giovani e degli adulti,
sostenere le situazioni di bisogno e/o necessità della popolazione anche attraverso forme di welfare di vicinato
migliorare la salute della popolazione,
diffondere politiche di corretta alimentazione